I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Aumentato il bonus di sconto sulla bolletta elettrica per le famiglie bisognose

23/01/2017
Eventuali lievi aumenti nella bolletta elettrica dovuti alla riforma delle tariffe vengono compensati per le famiglie basso consumanti.
L’Autorità per l’Energia rende noto che dal 1° gennaio 2017 il bonus elettricità per le famiglie in stato di bisogno economico passa dal 20% della spesa media netta al 30% della spesa media lorda annua, ovvero a un valore di sconto che va da 112 a 165 euro a seconda della composizione del nucleo familiare. La riduzione al netto delle tasse è mediamente del 32%.
 
Aumento bonus elettrico nel 2017 per composizione familiare.
COMPONENTI FAMIGLIA 2016 - € sconto annui 2017 - € sconto annui
1-2 80 112
3-4 93 137
OLTRE 4 153 165
 
Viene adeguato anche il livello ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) massimo per accedere al bonus, valido anche per il Bonus gas. Per le famiglie con meno di 4 figli a carico il decreto 29 dicembre 2016 del Ministero dello Sviluppo economico prevede l’aggiornamento a un massimo di 8.107,5 euro (dal 2008 al 2016 è stato di 7.500 euro) estendendo così il numero dei potenziali beneficiari. L’Autorità aggiornerà poi il livello ISEE massimo per accedere all’agevolazione ogni 3 anni, in base all’andamento del prezzi al consumo.
La soglia massima per Bonus elettricità e gas rimane invece invariata a 20.000 euro per le famiglie con almeno 4 figli a carico.
In un successivo provvedimento l’Autorità si propone di superare definitivamente il requisito che la fornitura elettrica da agevolare sia per l’abitazione di residenza anagrafica.
Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus sociale (elettrico o gas) per disagio economico, eventualmente cumulabile con il bonus elettrico per disagio fisico (leggi qui cos’è il disagio fisico).
Il bonus elettrico, per effetto della nuova regola di calcolo delle compensazioni, consente ai clienti residenti con bassi consumi che hanno diritto al bonus di controbilanciare completamente gli eventuali effetti della riforma tariffaria per clienti domestici, in corso dal 2016.
La domanda per i bonus elettrico e gas va presentata al proprio comune di residenza o altro ente designato (CAF, comunità montane, ecc.).
L'adeguamento del bonus è stato determinato con la deliberazione 12 gennaio 2017 1/2017/R/EEL in attuazione del decreto 29 dicembre 2016 del Ministro dello Sviluppo economico sulla base del decreto legislativo 102/14 e in coerenza con la segnalazione dell'Autorità n. 287 del giugno 2015.

Per informazioni e reperimento moduli: www.autorita.energia.it; www.bonusenergia.anci.it.
 
 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI ASSOCLIMA PER RICEVERE TUTTE LE NEWS

Vuoi rimanere sempre aggiornato?