I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Nella Legge di Stabilità 2015 la proroga all’Ecobonus

22/12/2014
Il Governo ha confermato le attuali detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica e per le ristrutturazioni edilizie fino al 31 dicembre 2015.
Il Governo, tramite la Legge n.190 del 23 dicembre 2014, più nota come Legge di Stabilità (in vigore a partire dal 1/1/2015), ha prorogato anche per il 2015 l’Ecobonus del 65% per la riqualificazione energetica di edifici e abitazioni, rivolto quindi a chi sostituisce l’impianto di riscaldamento esistente con una pompa di calore. La stessa legge proroga fino al 31 dicembre 2015 anche la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie, prevista per lavori eseguiti su abitazioni o parti comuni di edifici residenziali (comprese le spese sostenute per mobili ed elettrodomestici). La novità del 2015 è che la detrazione del 65% viene estesa alle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari (nel limite massimo di detrazione di 60.000 euro) e per l’acquisto e la posa in opera degli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili (nel limite massimo di detrazione di 30.000 euro).
Si ricorda che per usufruire della detrazione fiscale del 65% è necessario che i lavori di riqualificazione energetica siano eseguiti su unità immobiliari ed edifici (singoli o condominiali), o parti di essi, già esistenti, a prescindere dalla categoria catastale. L’Ecobonus è previsto per qualunque tipo di intervento che aumenti il livello di efficienza energetica degli edifici fino a un importo massimo detraibile di 30.000 euro. Per quanto riguarda nello specifico le pompe di calore, il bonus è applicabile a chi sostituisce un impianto di climatizzazione invernale con un impianto a pompa di calore ad alta efficienza.
Chi non ha i requisiti per richiedere il bonus per la riqualificazione energetica nel 2015 può comunque continuare a usufruire per tutto l’anno della detrazione fiscale del 50% per le ristrutturazioni edilizie. Il bonus è richiedibile per interventi su unità immobiliari ed edifici (o parti di essi) nuovi o già esistenti, purché di tipo residenziale. Sono sempre previste due tipologie di interventi: di manutenzione straordinaria sulle singole unità abitative o sulle parti comuni di edifici residenziali e di manutenzione ordinaria solamente sulle parti comuni dei condomini. È possibile anche in questi casi includere le spese sostenute per l’installazione di una pompa di calore facendole rientrare nella sezione “Caloriferi e condizionatori - Sostituzione con altri anche di diverso tipo e riparazione o installazione di singoli elementi” (detraibile nelle singole unità immobiliari se si tratta di opere finalizzate al risparmio energetico). L’importo massimo detraibile per le ristrutturazioni è di 96.000 euro. La proroga è al comma 47 della Legge di Stabilità n. 190 del 2015.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI ASSOCLIMA PER RICEVERE TUTTE LE NEWS

Vuoi rimanere sempre aggiornato?