I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info

Potenza contrattualmente impegnata

Se aumenta il consumo di energia elettrica con la riforma delle tariffe, bisogna aumentare la potenza del contatore?

Non necessariamente, molto dipende da come i maggiori consumi sono distribuiti nel tempo. A parità di consumi, l'effettivo utilizzo di potenza dipende dal grado di contemporaneità degli utilizzi degli apparecchi elettrici, e su questo i comportamenti individuali o i sistemi di automazione domotica possono fare molto per evitare di accendere tanti apparecchi nello stesso momento.
In ogni caso, grazie alla riforma, la potenza sarà una nuova "leva" di personalizzazione delle forniture di elettricità e di potenziale risparmio, stimolando i clienti ad adottare comportamenti energetici più moderni e di minore impatto sulle reti elettriche. Proprio per stimolare un utilizzo più attento e consapevole della potenza, verranno presto messi a disposizione in bolletta i dati storici della massima potenza prelevata mensilmente e sarà possibile scegliere tra un maggior numero di livelli di potenza impegnata (definiti con un "passo" più fitto rispetto a quanto è stato finora), in modo da aumentare la possibilità per il cliente di scegliere quello ottimale per le proprie esigenze.
Dal 2017 sono stati ridotti i costi di queste eventuali variazioni contrattuali.

Livelli di potenza contrattualmente impegnata:
Prima del 2017 1.5 3 4.5 6 10 15 e superiori
Dal 2017 1.5
2
2.5
3
3.5
4
4.5
5
5.5
6
7
8
9
10
15 e superiori

 

Richiedi informazioni

* campi obbligatori

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI ASSOCLIMA PER RICEVERE TUTTE LE NEWS

Vuoi rimanere sempre aggiornato?